ita
Notizie

Notizie

RPA e mainframe

/ RPA e mainframe

 
Abbiamo affiancato un cliente banking nella soluzione di criticità legate a un sistema di robotizzazioni che dovevano interagire con un mainframe tramite emulatore 3270.
 
 
In un contesto di consolidamento e di ottimizzazione dei processi automatizzati, abbiamo affiancato un cliente banking nella soluzione di criticità legate a un sistema di robotizzazioni che dovevano interagire con un mainframe tramite emulatore 3270.

I processi attualmente in produzione si possono distinguere in due casi d'uso principali:
  • RPA che lanciano macro VBA (Visual Basic for Applications) e utilizzano delle librerie proprietarie per l'accesso al mainframe: tali librerie richiedono il mantenimento di licenze commerciali, aumentando i costi e riducendo la scalabilità della soluzione.
  • RPA che interrogano direttamente le procedure mainframe tramite l'emulatore integrato nel prodotto di robotizzazione: in questo caso la criticità è data dalla significativa lentezza della soluzione rispetto alla precedente, al punto da diventare inutilizzabile nel caso di processi che presentano volumi elevati.
Per la sostituzione delle licenze commerciali, l'ufficio architetture del cliente aveva già individuato come possibile candidato il progetto open source X3270, che tuttavia implica alcune sfide. X3270 si presenta infatti come un emulatore stand-alone non direttamente integrabile né con le macro VBA, né con il prodotto di robotizzazione.

X3270 dispone di un motore di scripting interno ed esistono librerie python per  l’interazione, con modalità che tuttavia rendono necessaria la riscrittura completa del codice esistente e una formazione interna del team di sviluppo; questo approccio non avrebbe permesso di riutilizzare le informazioni già apprese nel corso degli anni.

La soluzione proposta da Side Soft è stata presentata tramite due POC distinti, uno per caso d'uso. Si tratta di due plugin che possono essere installati nei relativi sistemi di robotizzazione mantenendo invariata l’esperienza d’uso a cui l’utente era abituato.

Gli obiettivi raggiunti sono importanti:
  • Riduzione dei tempi di esecuzione: l’elaborazione, prima processata in diverse ore, viene ora eseguita in 13 minuti
  • Diminuzione dei costi di licenza
  • Aumento della scalabilità
  • Minimizzazione degli impatti sul codice esistente e sui rischi di regressione
  • Riutilizzo delle competenze maturate dal team di sviluppo RPA

Oscar Ibattici, CTO Side Soft, è autore di questo articolo