ita
Notizie

Notizie

Cura Italia e gli Iban che abbiamo corretto

/ Cura Italia e gli Iban che abbiamo corretto

 
Nell’ambito del decreto Cura Italia, l’Inps ha ricevuto 4.772.178 domande di Indennità Covid 600 euro - dato aggiornato alla fine di aprile - e, di queste, 3.668.968 sono state accolte. Delle restanti, circa “225.000 presentano IBAN errato" scrive l'Istituto. Abbiamo affiancato una banca nella ricostruzione delle informazioni storiche riconducibili ad alcuni clienti esclusi dal bonus.
 
 
Nell’ambito del decreto Cura Italia, l’Inps ha ricevuto 4.772.178 domande di Indennità Covid 600 euro - dato aggiornato alla fine di aprile - e, di queste, 3.668.968 sono state accolte. Delle restanti, circa “225.000 presentano IBAN errato e si sta comunicando con i lavoratori per variazione; circa 300.000 sono respinte per cumulo con pensione o Reddito di Cittadinanza già in pagamento; circa 630.000 con requisiti che non hanno superato i controlli e sono in stato di verificacorrezione per categoria sbagliata dall’utente” scrive l'istituto in una comunicazione ufficiale.

Il nostro focus operativo, per il quale abbiamo prestato servizi di consulenza a un primario istituto di credito, riguarda le domande con IBAN errato. Abbiamo infatti affiancato la banca nella ricostruzione delle informazioni storiche riconducibili ad alcuni clienti esclusi dal bonus, allo scopo di incrociare correttamente i dati Inps con quelli bancari e produrre una correzione automatica delle istanze.

Un’attività basata sull’intelligenza dei dati, che abbiamo condotto decodificando ampie serie di flussi anagrafici, interrogando e interagendo con diverse aree dell’istituto. Abbiamo così eseguito e rilasciato in produzione un intervento tecnico funzionale alle necessità dell’istituto di credito, nostro cliente, e dell’Inps.

Parallelamente, abbiamo condotto interventi di adeguamento normativo di prodotti bancari per il loro allineamento con le agevolazioni a sostegno dei privati e delle imprese previste nel decreto Cura Italia.

Giulia Trevisi, analista funzionale di Side Soft, è autrice di questo articolo.