ita
Notizie

Notizie

I numeri della Business Continuity

/ I numeri della Business Continuity

 
Confesso che tracciare un bilancio di questo primo semestre mi spaventava, inizialmente. Siamo reduci dalla più furiosa e improvvisa crisi della storia recente, che il mondo ha affrontato nella massima incertezza degli scenari che si andavano profilando.
 
 
Confesso che tracciare un bilancio di questo primo semestre mi spaventava, inizialmente. Siamo reduci dalla più furiosa e improvvisa crisi della storia recente, che il mondo ha affrontato nella massima incertezza degli scenari che si andavano profilando.

Abbiamo gestito le attività di Side Soft cercando di indovinare le rotte e tenendo la barra dritta sulla salute dei nostri collaboratori e sulla difesa del lavoro.

E proprio nel breve lasso di tempo che abbiamo avuto a disposizione per organizzare una strategia, è apparso chiarissimo come i temi della formazione, dell’innovazione e della sicurezza giocassero un ruolo decisivo per garantire un’efficace business continuity.

Nella straordinaria complessità della pandemia, i numeri attuali dimostrano come aver scelto, per tempo e in periodi non sospetti, di investire su queste tre leve ci abbia permesso di raggiungere obiettivi aziendali importanti, con il 99% del personale in smart working e senza mai ricorrere alla cassa integrazione.

Questi i risultati operativi dei primi sei mesi del 2020 per Side Soft:
  • 6050 giornate di attività erogate per la aree banking, fashion, insurance, research & development, food, banking running
  • 155 nuovi progetti in carico, di cui di cui circa 100 completati al 30 giugno e 55 in gestione nel 2° semestre
  • 1500 giornate di attività erogate per Application Maintenance
  • 78 procedure in carico di Application Maintenance
  • 5400 ore di call conference
Nella sua storia, Side Soft ha avuto semestri più brillanti in termini quantitativi, ma è pur vero che coraggio e orgoglio non sono misurabili.

Questo articolo è stato scritto da Davide Costa, presidente Side Soft