ita
Notizie

Notizie

Covid & Insurance: nuovo motore di calcolo

/ Covid & Insurance: nuovo motore di calcolo

 
Con il Decreto Liquidità emanato dal Governo per sostenere le imprese colpite dalla crisi sanitaria, si è determinata la necessità, per gli istituti di credito, di istituire coperture assicurative ad hoc per tutelare le nuove tipologie di finanziamento introdotte nel mercato.
 
 
Con il Decreto Liquidità emanato dal Governo per sostenere le imprese colpite dalla crisi sanitaria, si è determinata la necessità, per gli istituti di credito, di istituire coperture assicurative ad hoc per tutelare le nuove tipologie di finanziamento introdotte nel mercato.
 
Caratteristiche dei prodotti e criteri di calcolo dei premi assicurativi sono stati individuati nell’ambito di accordi bilaterali tra banche e assicurazioni, che hanno così definito le caratteristiche delle CPI (Credit Protection Insurance) legate all’emergenza Covid-19.
 
In questo contesto, il contributo, in termini di innovazione, che abbiamo garantito a un nostro cliente inserito nelle più recenti evoluzioni del mercato insurance è stato quello di elaborare un motore di calcolo in grado di determinare automaticamente il premio assicurativo, incrociando le informazioni bancarie con il profilo cliente.
 
In particolare, il motore di calcolo processa le funzioni relative a
- attivazione preventivo e vendita nuova CPI su nuovi finanziamenti di liquidità
- stampa dei mesi di preammortamento sul contratto CPI
- stampa del piano di decrescenza del capitale integrato con i mesi di preammortamento
- nuovo calcolo importo rata
- nuovo algoritmo di calcolo per la componente vita
- nuovo algoritmo di calcolo per la componente danni
- nuova lettera di Welcome
- invio dei mesi di preammortamento alle compagnie assicurative
- preventivo CPI integrato con i mesi di preammortamento  

Le caratteristiche dei finanziamenti e del nuovo prodotto assicurativo hanno permesso al cliente di innovare le funzioni di calcolo e di adeguare i processi di business. In linea con gli standard ESB aziendali, abbiamo contestualmente colmato un debito tecnologico preesistente sulle procedure coinvolte.

Questo articolo è stato scritto da Giulia Trevisi, Capo Progetto Side Soft