ita
Notizie

Notizie

Bentornati ruggenti anni 20: ecco perché siamo pronti!

/ Bentornati ruggenti anni 20: ecco perché siamo pronti!

 
“Siamo agli albori di una nuova era dell’economia” ha scritto in questi giorni il premio Nobel Robert Shiller, una predizione che ci trova entusiasti e aperti al cambiamento che verrà.
 
 
“Siamo agli albori di una nuova era dell’economia” ha scritto in questi giorni il premio Nobel Robert Shiller, una predizione che ci trova entusiasti e aperti al cambiamento che verrà.

Ecco i quattro motivi per cui ci sentiamo pronti:

1. Saremo (più) multidisciplinari
Gli scenari legati allo sviluppo della tecnologia RFID nel settore fashion luxury e l’evoluzione digitale del mondo insurance sono i nuovi territori imprenditoriali in cui ci muoveremo nel 2020, grazie al potenziamento delle partnership con player autorevoli come Temera e SMC Treviso. Nel comparto banking, porteremo avanti una policy di diversificazione territoriale.

2. Dalla consulenza alla produzione
Raccogliamo i frutti del lavoro portato avanti dalla nostra Academy interna: parallelamente alle consuete attività di consulenza, nel 2020 proporremo, per il mercato bancario, nuovi software che abbiamo sviluppato per ottimizzare le operazioni di testing di altri applicativi, nel solco GDPR.

3. We are hiring
Nel 2020 abbiamo previsto nuove assunzioni valorizzando i canali di recruiting legati al mondo universitario. E vorremmo continuare a strappare applausi ai convegni di settore per l’alta rappresentanza femminile nel nostro team.

4. Il valore delle persone
“The future of work is about skills” scrive sul nuovo numero di Fortune Jamie Dimon, CEO di JPMorgan Chase. Abbiamo già avuto modo di verificare come, nell’ambiente lavorativo, l’empatia e l’assertività siano doti strategiche tanto quanto le competenze tecniche più avanzate, e nel 2020 proseguiremo il nostro percorso interno di Life Coaching con corsi dedicati a metaprogrammi, metamodelli, leadership empowerment e resilienza.

Questo articolo è stato scritto da Roberto Pasqualini, vicepresidente Side Soft Group